Città di Castello, inaugurato nuovo impianto illuminazione

CdiC_centroRometti: “Investiamo per risparmio energetico”
Coniuga risparmio energetico e valorizzazione architettonica il nuovo impianto di illuminazione pubblica delle mura storiche di Città di Castello, all’altezza del parco “Alexander Langer”, realizzato con il cofinanziamento della Regione Umbria. L’illuminazione è stata accesa giovedì scorso, nel corso di una breve cerimonia inaugurale, alla presenza dell’assessore regionale all’Ambiente Silvano Rometti, dell’assessore regionale alle Politiche agricole Fernanda Cecchini e del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta.

“La Regione Umbria – ha detto l’assessore Rometti – è impegnata nel conseguimento dell’obiettivo del 20-20-20, che punta entro il 2020 ad abbattere del 20% le emissioni di anidride carbonica, ad aumentare del 20% l’uso di energie alternative e a ridurre del 20% l’uso di quelle fossili. Con questo nuovo sistema di illuminazione Città di Castello recepisce e si attrezza per perseguire lo stesso fine, diminuendo notevolmente il consumo di energia e valorizzando allo stesso tempo la qualità e le bellezze architettoniche della città”. “Sono questi i motivi – ha concluso – che hanno portato la Regione Umbria a finanziare convintamente il progetto che ora giunge al termine, con questa suggestiva inaugurazione. Dobbiamo proseguire sulla strada già intrapresa ed auspichiamo che anche altri territori possano creare le condizioni per bilanciare il proprio mix energetico a favore dell’ambiente e delle casse pubbliche”.

Regione Umbria e Comune, ha ricordato il sindaco Bacchetta, hanno compiuto un investimento di 625mila euro finalizzato alla riqualificazione globale della pubblica illuminazione sia dal punto di vista dei consumi, sia da quello del decoro urbano in una parte significativa del capoluogo e delle sue principali vie d’accesso. Il sistema di illuminazione pubblica tifernate, è improntato alla telegestione che permette di monitorare in tempo reale – spiega una nota – tutti i punti luce della città, in prospettiva fungendo da “hub” per servizi informatici, approvvigionamento per bici o auto elettriche e per infrastrutture informatiche. Grazie all’utilizzo di lampade ad alta efficienza energetica, i consumi sono regolati a seconda delle fasce orarie con la possibilità di collegarvi funzioni aggiuntive: dal controllo degli accessi alla videosorveglianza o al telesoccorso. (Asca)


Categories: News

Tags: ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

close / chiudi