Dal cuore verde dell’Italia un progetto per l’agricoltura sostenibile

Large Square Baler 1433Il Precision Farming o Precision Agriculture è una strategia gestionale dell’agricoltura che si avvale di moderne strumentazioni ed è mirata all’esecuzione di interventi agronomici in modo selettivo nelle varie aree di un campo in base alle effettive esigenze colturali e alle caratteristiche biochimiche e fisiche del suolo. Diverse tecnologie vengono utilizzate per monitorare queste diversità intra-campo. Negli ultimi anni si è assistito ad un loro notevole sviluppo per aumentare sempre più le performance produttive delle aziende agricole con particolare riferimento alla riduzione dei costi di produzione, uso razionale delle risorse naturali e maggiore efficienza delle prassi agronomiche. La crescita globale nel settore per il periodo 2014-2020 sarà elevata, fino a raggiungere 4,55 miliardi di dollari entro il 2020, con un CAGR (Compounded Annual Growth Rate) stimato del 12,2%. L’agricoltura di precisione si sta diffondendo in Europa soprattutto per i suoi benefici dal punto di vista della diminuzione degli impatti ambientali. Questa pratica gestionale, infatti, permette di adempiere gli obblighi delle nuova PAC in tema di sostenibilità ambientale.

Proprio in questo contesto nasce in Umbria GEOCARE: la prima filiera del Precision Farming in Italia. Grazie al progetto “RTK”, finanzito della Regione Umbria con la Misura 124 del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, CRATIA (Ente di diretta emanazione di Confagricoltura Umbria con lo scopo di promuovere e progettare l’addestramento ed il perfezionamento professionale in agricoltura), GEOTOP-TOPCON (riferimento nel campo del Positioning) e importantissime aziende agrarie umbre hanno potuto maturare un’esperienza di rete nel settore, tracciando il solco per i futuri sviluppi. Il progetto “RTK” ha permesso diverse sperimentazioni e soprattutto l’utilizzo in agricoltura della rete di stazioni permanenti GPS/GNSS dell’Umbria, nata dalla collaborazione tra l’Università degli Studi di Perugia (DICA-Laboratorio di Topografia) e la Regione Umbria (Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia), per le lavorazioni colturali in modalità assistita e con pilota automatica. Da quest’anno, grazie a nuove progettazioni, la rete si è arricchita di ulteriori due partner: SKYROBOTIC (riferimento per il settore dei sistemi a pilotaggio remoto) e TEAMDEV (riferimento per le applicazioni GIS come Esri Silver Partner). Grazie proprio all’approccio intrapreso, la cooperazione per lo sviluppo di nuove tecnologie si avvale della collaborazione attiva del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Perugia. Formazione e consulenza agronomica con CRATIA, sistemi automatici per la guida delle macchine agricole con GEOTOP-TOPCON, Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto con SKYROBOTIC e infine GIS e sistemi di supporto alle decisioni con TEAMDEV permettono di coprire a 360 gradi ogni aspetto del precision farming. (Teamdev)


Categories: News

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

close / chiudi