Ecolabel

Ecolabel_logoIl sistema di certificazione contraddistinto da questo marchio è stato messo a punto dall’Unione Europea per segnalare ai consumatori i beni e i servizi (esclusi alimenti, bevande e medicinali) che sono stati prodotti in ottemperanza ai criteri ecologici definiti dal Comitato dell’Unione europea per il marchio di qualità ecologica (CUEME).

La definizione dei criteri ecologici avviene attraverso l’analisi del ciclo di vita (LCA) del prodotto/servizio stesso. Per ogni prodotto vengono presi in considerazione i principali aspetti ambientali (qualità dell’aria e dell’acqua, protezione dei suoli, riduzione dei rifiuti, risparmio energetico, gestione delle risorse naturali, protezione della fascia di ozono, sicurezza ambientale, impatto biodiversità) individuando tutti gli impatti ambientali del prodotto durante il suo ciclo di vita “dalla culla alla tomba”.

I criteri ecologici si applicano sia a beni che a servizi. Attualmente i criteri elaborati e utilizzabili riguardano 17 gruppi di prodotti fra i quali calzature, prodotti tessili, detergenti, detersivi, carta ecc. I servizi certificati per ora sono solo due: campeggi e ricettività turistica.

L’utilizzazione del marchio Ecolabel è del tutto volontaria e può essere richiesta da qualunque azienda ritenga che le sue produzioni rispettano i criteri ecologici definiti per ciascuna categoria di prodotto attualmente certificabile. La richiesta deve essere inoltrata all’organismo competente che in Italia è il Comitato Ecolabel-Ecoaudit Sezione Ecolabel c/o ISPRA e deve contenere tutti i dettagli e le analisi necessarie per provare che il prodotto/servizio rispetta i criteri ecologici della categoria di riferimento. Il Comitato esamina la domanda e decide se concedere o meno l’uso del marchio. In caso di decisione affermativa ne informa la Commissione Europea.

Per saperne di più

Catalogo Europeo dell’Ecolabel

Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

 

close / chiudi